Boss Doms: il chitarrista più anticonformista di Sanremo 2020

All’anagrafe Edoardo Manozzi, classe 1988, Boss Doms è il chitarrista più anticonformista di Sanremo 2020, l’unico in grado sostenere l’estrosità di Achille Lauro. Tra i due, infatti, c’è una grande affinità e amicizia che ha trovato il culmine nelle due ultime edizioni del Festival di Sanremo.

Boss Doms non è solo un ottimo chitarrista, ma anche un abile produttore discografico, un dj, un compositore, un arrangiatore ed anche un fonico. Ha iniziato a suonare la chitarra all’età di dieci anni da autodidatta, ma in seguito è passato alla musica elettronica, realizzando le sue prime produzioni musicali e sperimentando molto con il genere hip hop.

Negli ultimi giorni si è ritrovato immerso nel circolo vizioso delle critiche in merito alle esibizioni, ritenute da alcuni, eccessive con Achille Lauro durante l’ultima edizione del Festival.

Alcune di queste sono state rivolte direttamente alla moglie e madre di sua figlia, la vj Valentina Pegorer conosciuta durante un’edizione di Pechino Express. La Pegorer ha difeso a spada tratta il compagno da tutti quei leoni da tastiera che la accusavano di avere accanto un uomo con i capelli viola, il rossetto e lo smalto rispondendo che per lei è molto più importante che Boss Doms sia un padre e un compagno effettuoso.

Secondo la compagna di Boss Doms è impensabile che un’artista possa essere considerato una brutta persona solo perché ha baciato sulle labbra un amico fraterno o perché si è vestito in un certo modo.

Dopo aver diviso il palco con diversi grandi artisti, la sua collaborazione di maggior successo rimane comunque quella con Achille Lauro. I due, infatti, a conferma del successo e delle polemiche ottenute al festival di Sanremo, hanno dichiarato di sentirsi, ormai, un vero e proprio duo.